Le migliori spiagge di Minorca, da vedere assolutamente

La ricerca di un posto perfetto per le vacanze e il relax non sempre è semplice e di conseguenza è meglio valutare con la massima attenzione le località disponibili in tutto il mondo. L’Isola di Minorca è uno dei paradisi terrestri più belli al mondo e conta 75 spiagge e 140 calette; ce ne sono davvero per tutti i gusti.

Sicuramente il modo migliore per visitare Minorca, che vanta alcune delle spiagge più belle della Spagna, è quello di noleggiare un’auto e viaggiare senza limiti. I turisti in cerca di comodità troveranno aree attrezzate con servizi di ogni genere e bar esotici. Non mancano le alternative selvagge per chi desidera isolarsi dal mondo per staccare la spina e vivere in mezzo alla natura.

Come avviene per le spiagge di Maiorca, le zone di relax non mancano, scoprite le migliori.

Son Xoriguer

Son-Xoriguer

Photo: Freebird

La spiaggia Son Xoriguer, situata a 12 km da Ciutadella de Menorca, è caratterizzata da una forma a conchiglia, da un grande arenile sabbioso e da rocce e scogli dalla parte opposta. Le acque sono molto tranquille e i fondali digradano dolcemente, creando una cala amata da tutti gli appassionati di snorkeling e immersioni.

Cala Macarella

cala-macarella

Photo: Raúl Hidalga

Lasciatevi incantare dalla bellissima Cala Macarella, una piccola insenatura caratterizzata da 140 metri di litorale. Un luogo incontaminato e ricco di pini marittimi. Il mare di questa zona è perfetto per gli appassionati della balneazione; grazie alla protezione dalle correnti, la spiaggia propone acque turchesi e trasparenti.

Cala Turqueta

Cala-Turqueta

Photo: Carlos Garcia

Per raggiungere questa meravigliosa spiaggia di sabbia bianca bastano 8 minuti a piedi, ma non preoccupatevi: la fatica sarà ripagata da un paradiso terrestre che vi lascerà senza parole. Il litorale non è attrezzato, ma a poca distanza troverete un piccolo bar e dei servizi igienici. Cala Turqueta è una delle spiagge più gettonate di Minorca, quindi è consigliabile valutare la possibilità di visitare questa zona già dalle prime ore della mattina.

Son Bou

son-bou

Photo: Turismo Menorca

La località di Son Bou, integrata nel comune di Alaior, offre ben tre chilometri di sabbia dorata (la più lunga a Minorca). La zona è suddivisa in tre parti, sono presenti molti negozi e ristoranti e viene offerta la possibilità di soggiornare in alberghi oppure in ville lussuose edificate appositamente per i turisti.

Alle spalle della spiaggia di Son Bou si trova la zona umida Es Prat de Son Bou, dove sono presenti acque stagnanti e canneti. La riserva naturale è protetta ed è l’habitat perfetto per uccelli, anfibi ed insetti. Oltre alla splendida spiaggia, vi consigliamo di vistare la Basilica Paleocristiana del V secolo, lo spettacolare sito preistorico Torre d’en Galmés e, infine, Ses Roques Llises, la più antica costruzione megalitica di Minorca.

Cala Mitjana

Cala-Mitjana

Photo: Carlos Garcia

Nella parte sud, Cala Mitjana è un’oasi di media grandezza dall’intenso colore blu, racchiusa da alte scogliere. La fine sabbia bianca e le acque calme e poco profonde la rendono la spiaggia più frequentata durante il periodo estivo dalla maggior parte dei turisti. Ottime le condizioni climatiche per praticare snorkeling e nuoto, e il divertimento è assicurato anche per gli sportivi. Per raggiungere questa spiaggia basta semplicemente seguire le numerose indicazioni e lasciare l’auto nel parcheggio gratuito nei dintorni.

Santo Tomás

Santo-Tomás

Photo: Clifton Beard

La bellezza di questa spiaggia è resa ancora più spettacolare grazie alle colline circostanti ricoperte di pini. A Santo Tomás sono presenti alberghi situati direttamente sulla spiaggia (una rarità per Minorca). Disponibili anche tantissimi bar, ristoranti, campi da tennis e minigolf e intrattenimento per tutti. Partendo dalla spiaggia di Santo Tomás è possibile fare una breve passeggiata lungo il sentiero costiero e arrivare alla spiaggia incontaminata di Binigaus.

Cala Coves

Cala-Coves

Photo: Dave Stone

Una delle baie più singolari di tutta Minorca e raggiungibile con una camminata di 40 minuti è Cala Coves. L’insenatura propone una fantastica necropoli, la più grande dell’isola con più di 90 loculi scavati dall’uomo nella roccia. Una baia doppia racchiusa tra splendidi pendii, dove a livello del mare si possono scorgere le caverne tombali. Pensate che grazie agli scavi sono stati portati alla luce numerosi utensili, scheletri e oggetti di bronzo di diverse epoche. Una spiaggia che oltre ad essere bella è anche particolare dal punto di vista archeologico.

Foto in copertina: visualpanic 

Comments

comments

Commenti

Non ci sono commenti a questo articolo

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare anche...

La spiaggia di Cala Saona, da non perdere a Formentera

Tra tutte le spiagge di Formentera, nelle Isole Baleari, merita una menzione particolare quella di Cala Saona. Questa spiaggia si trova lungo la costa occidentale di Formentera, a poca distanza da Sant Francesc Xavier, ed è caratterizzata da contrasti cromatici del tutto eccezionali: […]

Spiagge di Corfù, in Grecia: quali sono le più belle da visitare?

Corfù è una meravigliosa isola greca, un vero paradiso terrestre caratterizzato da splendide spiagge e mare cristallino adatto a tutti gli appassionati di snorkeling, immersioni e sport acquatici di ogni genere. Per godere appieno della vostra vacanza in Grecia, potete […]

Il panorama mozzafiato di Porto Katsiki, nell’isola di Lefkada

Le isole della Grecia sono famose nel mondo per le loro incantevoli spiagge e i paesaggi magici incastonati tra alte scogliere e il mare. La spiaggia di Porto Katsiki, nell’isola ionica di Lefkada, è una di queste. Un tratto di costa affacciato […]

Shares