Le migliori spiagge di Minorca, da vedere assolutamente

La ricerca di un posto perfetto per le vacanze e il relax non sempre è semplice e di conseguenza è meglio valutare con la massima attenzione le località disponibili in tutto il mondo. L’Isola di Minorca è uno dei paradisi terrestri più belli al mondo e conta 75 spiagge e 140 calette; ce ne sono davvero per tutti i gusti.

Sicuramente il modo migliore per visitare Minorca, che vanta alcune delle spiagge più belle della Spagna, è quello di noleggiare un’auto e viaggiare senza limiti. I turisti in cerca di comodità troveranno aree attrezzate con servizi di ogni genere e bar esotici. Non mancano le alternative selvagge per chi desidera isolarsi dal mondo per staccare la spina e vivere in mezzo alla natura.

Come avviene per le spiagge di Maiorca, le zone di relax non mancano, scoprite le migliori.

Son Xoriguer

Son-Xoriguer

Photo: Freebird

La spiaggia Son Xoriguer, situata a 12 km da Ciutadella de Menorca, è caratterizzata da una forma a conchiglia, da un grande arenile sabbioso e da rocce e scogli dalla parte opposta. Le acque sono molto tranquille e i fondali digradano dolcemente, creando una cala amata da tutti gli appassionati di snorkeling e immersioni.

Cala Macarella

cala-macarella

Photo: Raúl Hidalga

Lasciatevi incantare dalla bellissima Cala Macarella, una piccola insenatura caratterizzata da 140 metri di litorale. Un luogo incontaminato e ricco di pini marittimi. Il mare di questa zona è perfetto per gli appassionati della balneazione; grazie alla protezione dalle correnti, la spiaggia propone acque turchesi e trasparenti.

Cala Turqueta

Cala-Turqueta

Photo: Carlos Garcia

Per raggiungere questa meravigliosa spiaggia di sabbia bianca bastano 8 minuti a piedi, ma non preoccupatevi: la fatica sarà ripagata da un paradiso terrestre che vi lascerà senza parole. Il litorale non è attrezzato, ma a poca distanza troverete un piccolo bar e dei servizi igienici. Cala Turqueta è una delle spiagge più gettonate di Minorca, quindi è consigliabile valutare la possibilità di visitare questa zona già dalle prime ore della mattina.

Son Bou

son-bou

Photo: Turismo Menorca

La località di Son Bou, integrata nel comune di Alaior, offre ben tre chilometri di sabbia dorata (la più lunga a Minorca). La zona è suddivisa in tre parti, sono presenti molti negozi e ristoranti e viene offerta la possibilità di soggiornare in alberghi oppure in ville lussuose edificate appositamente per i turisti.

Alle spalle della spiaggia di Son Bou si trova la zona umida Es Prat de Son Bou, dove sono presenti acque stagnanti e canneti. La riserva naturale è protetta ed è l’habitat perfetto per uccelli, anfibi ed insetti. Oltre alla splendida spiaggia, vi consigliamo di vistare la Basilica Paleocristiana del V secolo, lo spettacolare sito preistorico Torre d’en Galmés e, infine, Ses Roques Llises, la più antica costruzione megalitica di Minorca.

Cala Mitjana

Cala-Mitjana

Photo: Carlos Garcia

Nella parte sud, Cala Mitjana è un’oasi di media grandezza dall’intenso colore blu, racchiusa da alte scogliere. La fine sabbia bianca e le acque calme e poco profonde la rendono la spiaggia più frequentata durante il periodo estivo dalla maggior parte dei turisti. Ottime le condizioni climatiche per praticare snorkeling e nuoto, e il divertimento è assicurato anche per gli sportivi. Per raggiungere questa spiaggia basta semplicemente seguire le numerose indicazioni e lasciare l’auto nel parcheggio gratuito nei dintorni.

Santo Tomás

Santo-Tomás

Photo: Clifton Beard

La bellezza di questa spiaggia è resa ancora più spettacolare grazie alle colline circostanti ricoperte di pini. A Santo Tomás sono presenti alberghi situati direttamente sulla spiaggia (una rarità per Minorca). Disponibili anche tantissimi bar, ristoranti, campi da tennis e minigolf e intrattenimento per tutti. Partendo dalla spiaggia di Santo Tomás è possibile fare una breve passeggiata lungo il sentiero costiero e arrivare alla spiaggia incontaminata di Binigaus.

Cala Coves

Cala-Coves

Photo: Dave Stone

Una delle baie più singolari di tutta Minorca e raggiungibile con una camminata di 40 minuti è Cala Coves. L’insenatura propone una fantastica necropoli, la più grande dell’isola con più di 90 loculi scavati dall’uomo nella roccia. Una baia doppia racchiusa tra splendidi pendii, dove a livello del mare si possono scorgere le caverne tombali. Pensate che grazie agli scavi sono stati portati alla luce numerosi utensili, scheletri e oggetti di bronzo di diverse epoche. Una spiaggia che oltre ad essere bella è anche particolare dal punto di vista archeologico.

Foto in copertina: visualpanic 

Comments

comments

Commenti

Non ci sono commenti a questo articolo

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare anche...

Una spiaggia che non ti aspetti a Pantelleria

Lo Specchio di Venere è uno dei posti più incantevoli di Pantelleria, un lago salato dalle acque colorate di mille sfumature e circondato da una splendida sponda bianca perfetta per prendere il sole. Si può definire l’unica spiaggia sabbiosa di tutta Pantelleria, […]

Le spiaggia bianca di El Cotillo a Fuerteventura

Una delle più famose spiagge di Fuerteventura, insieme a Corralejo, Cofete e Sotavento, è El Cotillo. In realtà, non si tratta di una singola spiaggia, ma di un villaggio di pescatori situato lungo il versante nord-occidentale dell’isola che racchiude alcune spiagge di […]

Le 8 spiagge più belle di Gran Canaria

La varietà non manca nei 230 km di costa che offre la splendida isola di Gran Canaria, appartenente alla Spagna, più precisamente all’arcipelago delle Isole Canarie, dove si alternano spiagge molto ampie ad altre più riservate, di roccia e di […]

Shares