Le belle spiagge dell’Isola di Sant’Antioco (Sardegna)

Sant’Antioco è la quarta isola italiana per estensione dopo Sicilia, Sardegna e Isola d’Elba ed è collegata alla sua isola madre (la Sardegna) da un istmo artificiale. Le calette e le spiagge che troverai lungo la costa sono davvero tantissime e il problema più grande della tua vacanza sarà quello di scegliere… Ecco una panoramica di tutti i meravigliosi posti che potrai visitare.

Partendo da nord e scendendo verso sud, trovi la spiaggia dell’istmo di Sant’Antioco che presenta una parte di laguna, proseguendo incontri la piccola spiaggia di Su Forru ‘a Macchina, la sua sabbia grigio chiaro si sposa alla perfezione con i molti colori del mare; è frequentata prevalentemente da surfisti e pescatori. Sulla spiaggia di Capo Sperone, detta anche S’Acqua ‘e sa Canna, vedrai poca sabbia chiara perdersi fra gli scogli piatti e, nonostante l’accoglienza del luogo, non è mai affollata. E, se hai ancora voglia di meraviglie, puoi andare a Portu Sciusciau, alla scogliera di Is Praneddas e alla Baia del Poggio di Mezzaluna.

Coaquaddus

L’imponente Baia di Coaquaddus, anche chiamata Co ‘e Quaddus (coda di cavallo in dialetto, dalla forma della spiaggia al suo interno), è riparata dal vento e saprà conquistarti al primo sguardo. La spiaggia è comodamente raggiungibile in auto per merito di un ampio parcheggio a disposizione dei turisti e, per chi ama portarsi dietro la casa, c’è anche uno spazio per camper poco distante. La lunga distesa di sabbia finissima si tuffa nel caleidoscopio di colori di un mare limpido che presenta un fondale basso e sabbioso.

La riva sul lato sinistro della spiaggia è interrotta qua e là da piccoli scogli che sembrano essersi persi, mentre dall’altra parte la sabbia viene rimpiazzata da piccoli ciottoli resi lisci dal mare. La flora che separa l’acqua dalla terra ha un aspetto quasi caraibico, molto suggestivo, e contribuisce all’unicità di questa spiaggia, che, essendo forse la più bella dell’intera isola, è molto frequentata (soprattutto in agosto). In ogni caso, i servizi ti garantiscono ogni comfort anche nelle giornate di maggior affluenza.

Maladroxia | Photo: Trinchetto

Spiaggia di Maladroxia

In questa spiaggia meravigliosa non poteva mancare un grande villaggio turistico, l’unico così grande presente sull’isola e perfetto per chi desidera mettere piede in spiaggia subito dopo aver fatto una deliziosa colazione, letteralmente. Indipendentemente dal villaggio, su questa bella spiaggia sono presenti servizi di tutti i tipi, dai punti di ristoro ai servizi igienici completi di docce, oltre naturalmente a ristoranti e negozi.

È molto frequentata non solo per la sua bellezza, ma anche per la semplicità con cui la si può raggiungere, cosa da non sottovalutare nei periodi di grande affollamento estivo. Non è molto grande, ma è molto ospitale, la sua sabbia finissima, a metà tra il bianco e il grigio chiaro, ti offrirà un comodo giaciglio per sdraiarti al sole. La vegetazione che la circonda rinfrescherà l’aria e completerà un panorama del tutto straordinario, dandoti così la possibilità di passare dal verde smeraldo del mare al bianco della sabbia, per poi finire con tutti i colori della terra.

La collina alle sue spalle ospita il bel nuraghe bianco in pietra calcarea di S’Ega de Marteddu.

Cala Grotta

Viene chiamata anche Cala Tuffi ed è situata nella parte occidentale dell’isola. Prende il nome dalle sue sembianze, infatti, Cala Grotta è una meravigliosa insenatura rocciosa che ospita al suo interno una grotta maestosa per dimensioni e bellezza.

Il mare che la ‘riempie’ è di color azzurro chiaro, valorizzato ancor di più dalla sorprendente pulizia dell’acqua attraverso la quale è possibile mettere a fuoco ogni singola roccia sul fondo. Il fondale molto profondo permette ai più coraggiosi di tuffarsi dalla parte alta della grotta che si trova addirittura 15 metri sopra il livello della superficie.

Per fortuna questo luogo stupefacente è ancora piuttosto sconosciuto alla maggior parte dei turisti ed è sorprendentemente poco frequentato anche dagli abitanti di Sant’Antioco, perciò, se sei in zona e ti viene voglia di tuffarti letteralmente nell’abbraccio tra il mare e la terra, ricordati che si trova subito sotto al villaggio I Ciclopi.

Sant-Antioco-sardegna

Cala Grotta | Photo: Andrea Corbo

Spiagge riparate dal maestrale

Abbiamo già avuto modo di parlare della bella spiaggia di Coaquaddus, ma, se per caso ti servisse un motivo in più per passarci una giornata, sappi che è una delle spiagge in cui il famoso vento di Sardegna non soffia poi così forte.

Dello stesso privilegio godono anche altri meravigliosi luoghi come, ad esempio, Portixeddu, dove troverai sia gli scogli che una sabbia bianca molto fine, entrambi in perfetta armonia con il verde smeraldo del mare talvolta trasformato in turchese. Tra un gioiello e l’altro, apprezzerai di certo un fondale basso prevalentemente sabbioso che, però, in alcuni tratti, presenta ciottoli e scogli, quindi un paio di scarpette di gomma in borsa sono consigliate.

Ma non andare via senza aver visto Portixeddu Quau che si trova poco più avanti e completa il panorama con una spiaggia di deliziosi ciottoli chiari levigati dalle onde. I colori di questa spiaggia che, tuffandosi nel mare ne diventano il fondale, passano dal bianco e grigio al blu, all’azzurro e al turchese, per soddisfare ogni capriccio degli occhi. Nonostante non ci siano servizi per i bagnanti, è sempre molto frequentata, soprattutto nel mese di agosto.

Ci sono poi le Spiagge di Turri, tre deliziose spiaggette riparate dai venti che presentano fondali piuttosto diversi tra loro, ancora una volta per tutti i gusti.

Is Pruinis

La spiaggia di Is Pruinis si raggiunge percorrendo la strada che collega la zona abitata di Sant’Antioco alle spiagge. Viene chiamata anche spiaggia Canisoni ed è molto particolare: il lunghissimo arenile che si affaccia sul mare è stretto, la sua sabbia bianca, fine e compatta, si alterna al verde della bassa vegetazione che la affianca.

Il mare è di un colore brillante che va dall’azzurro al verde, trasparente quanto basta per distinguere perfettamente il basso fondale sabbioso. Può capitare che ci sia qualche posidonia spiaggiata e, alle spalle del litorale, vedrai una combinazione di campagna e saline. La spiaggia è poco frequentata, ma, se ami la solitudine o vuoi fare un bagno in compagnia del tuo amico a quattro zampe, questa è la spiaggia per te, perché qui i cani sono benvenuti!

Immagine in copertina: Gino Cao

Comments

comments

Commenti

Non ci sono commenti a questo articolo

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare anche...

Le spiagge di Santa Maria di Leuca, in Puglia

Santa Maria di Leuca è una nota località balneare e turistica della Puglia, in provincia di Lecce. Il piccolo e grazioso lido di sabbia di Santa Maria di Leuca, che trovi proprio accanto al centro lungo il curatissimo lungomare, non […]

Basilicata: 9 spiagge da non perdere

La Basilicata geograficamente si affaccia su due Mari: il versante Ionico è caratterizzato da coste basse e sabbiose, mentre quello Tirrenico presenta una conformazione prevalentemente alta e rocciosa. In questo tratto, la località senza dubbio più conosciuta è Maratea, in […]

Top 10 spiagge della settimana: la classifica della community ufficiale italiana di appassionati di spiaggia

Come ogni settimana, ripubblichiamo le foto che hanno raccolto più like e condivisioni sulla nostra pagina Facebook Spiaggia, la community ufficiale italiana di appassionati di spiaggia. Ecco la classifica delle spiagge più apprezzate dai fan nella settimana dall’1 al 7 settembre 2014. Unisciti […]

Shares