Vacanza al mare? Ecco dove andare ad aprile

Primavera uguale prove generali d’estate! In attesa che da noi il tempo imbocchi la via del sole quale miglior modo per organizzare le vacanze di Pasqua e dintorni che un viaggio in luoghi dove meteo e latitudini garantiscono le giuste temperature per godersi bagni di sole e di mare? Se poi tutto questo può avvenire in località ricche di fascino esotico con panorami da cartolina, spiagge e natura incontaminata, ecco alcuni consigli su dove indirizzare i vostri sogni.

Nell’ardua scelta tra i più paradisiaci angoli del mondo, le località caraibiche hanno naturalmente un posto di primo piano.

Capo Verde

sal-capo-verde

Photo: Beatrice Tiberi

Relativamente vicino in termini di ore di volo, meno di sei, questo arcipelago è una meta turistica in costante crescita. Le dieci isole di origine vulcanica che lo compongono attendono il visitatore con suggestivi panorami naturali pressoché incontaminati. Spiagge di sabbia bianchissima, mare dai riflessi turchesi, vegetazione rigogliosa costituiscono la meta perfetta per una vacanza all’insegna della natura e dello sport: i venti Alisei e le onde atlantiche fanno di queste isole il paradiso per amanti di surf, windsurf e kite-surf, mentre i fondali sono perfetti per amanti del diving, tra grotte sottomarine e relitti di navi affondate. Le spiagge più belle, candide e desertiche, si trovano sull’isola di Sal, favorita anche dal suo aeroporto internazionale che la collega a Europa e America, ma ricche di lidi selvaggi e incontaminati sono anche le altre isole, in particolare Boa Vista, Sao Vicente e Maio. Una sempre presente colonna sonora che mixa ritmi tribali con salsa e samba accompagnerà ovunque il visitatore in questi luoghi abitati da una popolazione cordiale e gioiosa.

Belize

Caye-Caulker-Belize

Photo: CameliaTWU

Aprile cade proprio nel periodo consigliato per un viaggio in Belize, durante la stagione secca quando il caldo non è ancora afoso. Questo Stato dell’America Centrale affacciato sul Mar dei Caraibi è un unico grande paradiso per gli amanti della natura. La foresta pluviale dell’interno, pressoché inesplorata, custodisce le testimonianze della civiltà Maya, come nei siti di Caracol e Xunantunich, ma le maggiori attrattive per i turisti sono costituite dalle spiagge di sabbia bianchissima, tra le più belle del mondo, dagli isolotti (qui chiamati Cayes) e atolli da sogno con acque caldissime e da una barriera corallina che è la seconda più grande al mondo. Le località più note, dotate di servizi e comfort moderni, sono Ambergris Caye e Caye Caulker e, sulla terraferma, la penisola di Placencia, ma per gli amanti dell’avventura sono possibili molte soluzioni a buon mercato. Il Belize è considerato il paradiso del diving e la meta più famosa è il Great Blue Hole, una cavità carsica subacquea circolare, sulle cui pareti si trovano stalattiti lunghe anche 12 metri.

Martinica

Martinica

Photo: Antonio Fucito

Scoperta da Cristoforo Colombo, quest’isola caraibica dell’arcipelago delle Piccole Antille è un dipartimento francese d’oltremare e pertanto, per noi europei, è sufficiente la carta d’identità per l’ingresso nel Paese e l’Euro è la moneta corrente. Il capoluogo Fort-de-France e tante altre piccole e pittoresche cittadine in cui si respira il tipico mix di cultura francese e creola offrono al turista ogni tipo di servizi per garantire una vacanza di assoluto relax circondati dalle festose e calorose atmosfere locali. Molte zone, però, sono ancora selvagge e prive di servizi per soddisfare anche sogni e desideri di chi cerca un proprio Eden di tranquillità. Point du Marin, Les Salines, la vicina Pointe des Salines, Anse Mabouyas, tutte nella parte meridionale dell’isola, sono tra le spiagge più belle di Martinica: sabbie candide, mare da sogno e la possibilità di gustare aragoste e pesci appena pescati o rilassarsi su un’amaca sorseggiando il famoso rum locale. Per gli appassionati di snorkeling imperdibili i fondali di fronte alle spiagge di Anse Noire, Anse Dufour e Les Anses d’Arlet.

Turks & Caicos

Grace-Bay-Turks-e-Caicos

Photo: Tobias Lindman

Questa dipendenza britannica, dove però la valuta circolante è il dollaro U.S.A., è un arcipelago corallino che regala spiagge da sogno e mare cristallino con fondali ricchi di fauna, coralli e conchiglie di ogni forma e misura. Molto gettonata dalle coppie di sposi in viaggio di nozze (scopri altre isole romantiche perfette per la Luna di Miele) è una meta che assicura vacanze all’insegna del completo relax e forti emozioni per gli appassionati di immersioni: nelle acque attorno a Salt Cay è possibile nuotare accanto a gigantesche mante e cetacei già a pochi passi dalla riva. Il centro turistico più ricercato è Providenciales: frequentato soprattutto da una clientela nordamericana, è una delle mete più esclusive dei Caraibi e Grace Bay è considerata tra le sue spiagge più belle. Per chi non mette limiti monetari ai propri sogni, nei lussuosi resort di Pine Cay e Parrot Cay si possono vivere emozioni impareggiabili, mentre West, East e South Caicos, pressoché disabitate, sono preferite dagli amanti dell’avventura.

Messico

tulum-messico

Photo: Edgar Barany C

Il clima soleggiato e secco di Aprile è ideale per programmare le vacanze in Messico. Famoso in tutto il mondo per i suoi siti archeologici con testimonianze delle culture pre-colombiane, come Teotihuacan e Chichén Itzà, questo Paese, affacciato su due Oceani, è anche una delle mete preferite dagli amanti del mare. Conosciuta per gli spericolati tuffatori di La Quebrada, Acapulco, sulla costa pacifica, è la meta del jet set internazionale, mentre la caraibica Playa del Carmen, con la sua lunga striscia di sabbia bianchissima, è la spiaggia con la movida più scatenata. Playa Paraiso è la spiaggia più affascinante di Tulum che gode dei panorami più suggestivi grazie agli imponenti resti Maya affacciati sulle acque cristalline. La paradisiaca Isla Mujeres si trova al largo della costa di Cancun, sulla penisola dello Yucatàn, la zona con l’offerta di servizi turistici di più alto livello, ideale per soggiorni all’insegna del relax e della tranquillità. Per gli amanti dell’adrenalina, Puerto Escondido, nello Stato di Oaxaca, è una delle zone affacciate sul Pacifico con le onde preferite dai surfisti. Leggi anche l’articolo sulle spiagge più belle del Messico.

Florida

florida-keys

Photo: Royce Bair

La primavera è il periodo migliore anche per le vacanze in Florida: marzo e aprile sono i mesi più soleggiati, con temperature già calde, ma non afose, e soprattutto lontani dai periodi degli uragani. Questo Stato è una delle mete turistiche più scelte nel mondo e non solo per l’attrattiva esercitata dai parchi di divertimento più famosi del mondo, come Disneyworld ed Epcot a Orlando; alzi la mano chi non ha mai visto almeno una volta le lunghissime spiagge di Miami, in particolare Ocean Drive e South Beach, con le loro skyline di grattacieli, scenario di tanti film e serie televisive di successo. Per chi si accontenta di località meno lussuose e famose, le spiagge di Naples, nella contea di Collier, Fort Lauderdale, Key West (nelle Florida Keys) e Tampa offrono atmosfere più rilassate pur mantenendo servizi di altissimo livello. Una nota particolare merita la spiaggia di Siesta Beach a Siesta Key, nel Golfo del Messico, perché considerata quella con la sabbia più bianca e fine di tutto il mondo per via dei cristalli di quarzo che la compongono.

Australia

Whitsunday-australia

Photo: Richard Rydge

In questo Stato-Continente dove le dimensioni geografiche e gli spostamenti hanno misure spazio-temporali diverse che nel resto del mondo, le zone lungo le coste sono anche le località turisticamente più frequentate. Tra le spiagge più belle dell’Australia ci sono Bondi Beach, vicino a Sydney, e la Gold Coast, nel Queensland, che attirano surfisti da tutto il mondo, mentre gli amanti di diving e snorkeling trovano il massimo delle emozioni lungo i 2.000 chilometri della Grande Barriera Corallina. Luoghi d’incanto sono anche Ninety Mile Beach e i Dodici Apostoli, nello stato di Victoria, Whitsunday Island con la bellissima Whitehaven Beach dalle bianchissime sabbie di silice, Mission Beach, Port Douglas e la Sunshine Coast, ancora nel Queensland. Per finire, emozioni assicurate, con indimenticabili tramonti sull’Oceano Indiano, anche a Cottesloe Beach vicino a Perth, nell’Australia Occidentale.

Cambogia

Koh-Rong-cambogia

Photo: Sergi Hill

Conosciuta in tutto il mondo per il sito archeologico di Angkor, questo Paese, ancora ai margini dei grandi flussi turistici, offre panorami e territori completamente selvaggi per una vacanza di vero contatto con la natura. Le coste cambogiane e le oltre sessanta isole che le fronteggiano, sono veri paradisi tropicali con spiagge di sabbia bianchissima circondate da foreste di mangrovie e acque cristalline; quelle nei pressi di Sihanoukville, il principale porto marittimo della Cambogia, sono le più frequentate e dotate di Hotel e Resort adatti a una clientela straniera: la spiaggia più nota è Sokha Beach. Spiagge meravigliose anche sulle isole di Koh Tonsay, Koh Ru e Koh Tang, ma il vero paradiso lo si trova sull’isola di Koh Rong, a circa due ore di battello da Sihanoukville: quarantatré chilometri di spiagge incontaminate immerse nella natura e null’altro. Molti vi arrivano muniti solo di zaino e tenda per una vacanza indimenticabile in stile Robinson Crusoe.

Filippine

el-nido-palawan

Photo: Andy Enero

Aprile costituisce un periodo di tempo secco che mette d’accordo i climi tropicale ed equatoriale che interessano le varie zone di questo arcipelago di oltre settemila isole tra il Mar Cinese meridionale e il Mar delle Filippine. Le Filippine, dove tradizione e modernità convivono, sono da molti considerate la “perla d’Oriente” non solo per la bellezza dei paesaggi naturali, ma anche per il carattere ospitale della popolazione. Le maggiori destinazioni turistiche offrono servizi ricettivi per tutte la tasche, atti a soddisfare ogni esigenza. Le più belle spiagge di soffice sabbia bianchissima si trovano a Boracay, nella vicina Crocodile Island, a Inanuran, Luzon, Mindoro e Cebu, mentre molto più selvagge sono Mindanao e Palawan e il piccolo arcipelago di El Nido. Una menzione particolare per la paradisiaca Malapascua, piccolo isolotto circondato da acque turchesi nei cui fondali gli appassionati di diving possono fare escursioni tra numerosi relitti circondati da specie marine multicolori e dai rarissimi squali volpe.

Dubai

Jumeirah-Beach-dubai

Photo: Ismail Mia

Ad aprile si è ancora in tempo per un piacevole soggiorno a Dubai, prima che il clima desertico e le caldissime temperature estive rendano problematico prendere il sole in riva al mare. Da diversi anni questo emirato è una delle mete più cool del turismo mondiale: servizi e strutture che definire da mille e una notte è persino riduttivo, spiagge bianchissime circondate da palme e acque limpidissime. Jumeirah Beach Park è da molti considerata la spiaggia più bella e attrezzata: l’ingresso è a pagamento tutti i giorni eccetto il martedì che è riservato alle donne musulmane. Da sogno anche la spiaggia libera di Open Beach Jumeirah, con pochi comfort, ma un mare che è una piscina, mentre una visita è d’obbligo anche a Public Beach con sullo sfondo il Burj Al Arab, divenuto ormai il simbolo stesso di Dubai, nonché uno dei soli sei Hotel che nel mondo possono fregiarsi di sette stelle. Eccessi e stravaganze in questa città sono di casa: se dopo una nuotata volete anche… sciare questo è possibile allo Ski Dubai, una stazione sciistica al coperto a pochi passi dalle dune del deserto.

Laguna di Balos – Creta

balos

Photo: BMcIvr

Storia millenaria e spiagge meravigliose, Creta è un’isola unica che in aprile mette in mostra tutte le sue qualità accogliendo i primi turisti. In questo periodo dell’anno le temperature oscillano tra i 26 e i 34 gradi. Clima perfetto per godere delle meravigliose spiagge di Creta, prima fra tutte la splendida laguna di sabbia bianca di Balos. Questa imperdibile località balneare è situata nella parte nord dell’isola, dista 45 km da Hania ed è raggiungibile agevolmente via mare da Kissamos con i traghetti.

Balos è accessibile anche da Capo Gramvousa attraverso una strada sterrata lunga 10 chilometri e percorribile in auto. La laguna che si estende tra Capo Gramvousa e Capo Tigani offre un mare caraibico con finissima spiaggia bianca, che, in alcuni punti, diventa di un suggestivo color rosato, racchiusa in una cornice di natura selvaggia. Il caratteristico paesaggio esotico della Laguna di Balos ammalia ogni anno migliaia di turisti; aprile dà il via alla stagione balneare con l’arrivo dei primi vacanzieri.

Già in questo periodo, infatti, si può godere di un mare caldo e calmo, che, con i suoi fondali molto bassi, è ideale anche per i bambini. Oltre le rocce, a una decina di metri dalla riva, la profondità aumenta e la temperatura dell’acqua si abbassa rendendo i fondali perfetti per gli amanti dello snorkeling.

Questa meta, inoltre, è perfetta per gli amanti della natura. La laguna è un’area protetta in cui nidificano falchi di mare e cormorani e dove, con un poco di fortuna, si possono incontrare la foca monaca e la tartaruga Caretta Caretta.

Paphos – Cipro

Paphos

Photo: Tobias Van Der Elst

Una perla del Mediterraneo, che ad aprile vi accoglierà con un’esplosione di odori e colori tipicamente primaverili, è Cipro. La località turistica più apprezzata per vivere una vacanza anticipata sull’isola di Venere è Paphos, situata nella parte sud-occidentale. Questa città portuale che conta poco meno di 50mila abitanti è comodamente raggiungibile da tutta Europa grazie alla vicinanza dell’aeroporto internazionale di Larnaka.

In questo periodo dell’anno potrete godere appieno delle bellezze di Cipro, mix di storia, tradizione, cultura e spiagge dorate. L’evocativo Monte Olimpo, le chiese e i monasteri bizantini, i paesini fermi nel tempo e le tradizioni gastronomiche d’influenza greca e turca vi faranno vivere un’emozione irripetibile. A 22 km ad est di Paphos è situata la spiaggia incontaminata di Petra Tou Romiou.

Ciottolosa e a forma di mezzaluna, questa spiaggia è molto suggestiva: la leggenda vuole che, in uno scoglio di quest’angolo di Cipro, dalle onde del mare sia nata Afrodite. Un paradiso naturale fatto di mare limpidissimo e fondali profondi, circondati da uno scenario di paesaggi vergini e selvaggi. L’area intorno a Petra Tou Romiou è attrezzata con numerose infrastrutture turistiche e offre vari servizi per escursioni, sport e gastronomia.

Gli sportivi potranno praticare snorkeling, immersioni e surf, gli appassionati di escursioni, invece, avranno la possibilità di raggiungere comodamente diversi parchi naturali presenti nelle zone limitrofe alla spiaggia. A sera, Petra Tou Romiou si trasforma in una località perfetta per la vita mondana, dove potrete divertirvi in discoteche, pub, ristoranti tipici o dedicarvi allo shopping in boutique e negozietti acquistando souvenir locali.
Scopri altre spiagge belle a Cipro.

Vulcano, Isole Eolie – Sicilia

isola-di-vulcano

Photo: Peter F.

La sete di relax e la voglia di abbandonare la routine possono essere soddisfatte da una fuga primaverile alle Eolie, tra le isole più belle di tutta la Sicilia. Ad aprile si può godere di un clima unico tra queste meraviglie del Tirreno che offrono paesaggi naturali mozzafiato circondati dal mare cristallino. Tra le sette isole delle Eolie quella di Vulcano è la meta ideale in questo periodo dell’anno, in grado di offrire una varietà di attività da svolgere e luoghi da visitare.

Tappe obbligatorie e imperdibili sono: la scalata del Gran Cratere, la visita dell’isola in kayak, le terme dalle doti curative, le piscine geotermiche con acque che raggiungono i 34 gradi e le lunghe passeggiate a Capo Grillo per ammirare il suggestivo panorama. Ciò che rende quest’isola famosa in tutto il mondo sono le sue spiagge nere di origine vulcanica. Tra le tante meraviglie balneari di Vulcano quella più suggestiva e amata è la Spiaggia dell’Asino, l’unica che riesce a regalare un mix di puro relax di giorno e vita mondana dopo il tramonto. Un piccolo paradiso costituito da una lunga lingua di sabbia nera, bagnata da un mare cristallino e protetta alle spalle da una selvaggia montagna.

A sera è possibile trascorrere una piacevole serata tra i vari localini che si affacciano su questa spiaggia. La località è raggiungibile in taxi boat o, attrezzandosi di motorino, dalla strada principale. A piedi, attraverso una ripida discesa, ci si può avventurare tra ginestre e fichi d’India. La spiaggia, inoltre, è attrezzata con un lido che offre servizio bar e ristorazione di giorno, mentre di notte si trasforma in una sala da ballo regalando serate da mille e una notte tra musica e divertimento.

Marettimo, Isole Egadi – Sicilia

Photo: roberto

A poche miglia da Trapani, nel Mar Tirreno, emergono le isole che costituiscono l’arcipelago delle Egadi. Altro luogo idilliaco dove poter trascorrere una vacanza primaverile dal sapore già estivo. Le isole principali sono Favignana (la più grande), Levanzo (la più piccola) e Marettimo. Completano l’arcipelago due grandi scogli, Maraone e Formica.

Queste località sono facilmente raggiungibili da Trapani con aliscafi e traghetti. Il mare cristallino e le coste dall’aspetto esotico, le baie, le grotte e la particolare tonnara (una delle poche rimaste in Sicilia), rendono le Egadi una gettonatissima meta per il turismo italiano e non solo. Il nome stesso dell’arcipelago spiega perché questi luoghi sono ideali per una vacanza in gran parte dell’anno (da aprile a ottobre): Egadi significa, infatti, “favorevole, propizio” in riferimento alla mitezza del clima e al mare calmo.

L’isola sicuramente più suggestiva è Marettimo, la più montuosa, boscosa e lontana geograficamente, caratterizzata da natura incontaminata e da un’ospitalità della popolazione del luogo che non ha eguali. Marettimo offre diverse attrazioni: giornate al mare, trekking, imperdibili tour in barca e numerosi sentieri per lunghe passeggiate su tutta l’isola. L’ideale per una giornata di relax è la bella Praia dei Nacchi, una piccola spiaggia di ciottoli raggiungibile in 20 minuti a piedi attraverso una strada sterrata che parte dal paese, più precisamente dalla zona del cimitero.

Questa è la spiaggia più accogliente dell’isola, tra le poche in cui ci si può sdraiare sotto il tiepido sole primaverile, grazie ai suoi sassolini levigati, e godere delle zone d’ombra create dalle rocce circostanti. Per gli amanti dello snorkeling, i fondali della Praia dei Nacchi sono una tappa obbligatoria per la presenza di una ricca fauna marina.

 

Partite un mese dopo o un mese prima? Nessun problema! Leggete anche la nostra guida per una vacanza al mare a marzo e i nostri consigli per un viaggio a maggio.

 

Print

Offerte da Lastminute

Viaggio in Messico

Scopri l'Offerta

 

Print

Offerte da Lastminute

Viaggio in Australia

Scopri l'Offerta

Comments

comments

Commenti

Non ci sono commenti a questo articolo

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare anche...

Le foto più condivise della settimana dalla community italiana di appassionati di spiaggia

Sulla nostra pagina Facebook Spiaggia, sembra che l’estate non sia mai passata. Il motivo? Guardate le foto che hanno ricevuto più like e condivisioni nella settimana appena trascorsa, dal 27 ottobre al 2 novembre 2014. Caraibi, Seychelles, Bahamas, insieme a […]

Zanzibar, quando andare in vacanza?

Se il vostro sogno è quello di visitare le straordinarie spiagge di Zanzibar, ma non sapete qual è il periodo migliore per una vacanza al mare in questo paese, con questo articolo cercheremo di chiarire tutti i vostri dubbi. I mesi consigliati per […]

Grace Bay: c’è chi dice che sia la spiaggia più bella del mondo, scoprite perché

Una delle spiagge più belle dei Caraibi e in generale del mondo, come conferma la classifica di TripAdvisor, in cui è seconda solo a Baia do Sancho in Brasile. Questa è la meravigliosa Grace Bay, nell’isola di Providenciales, parte del territorio delle Turks & Caicos. Le ragioni per […]

Shares