Clima Cuba: quando andare e i mesi migliori

Meta sognata da tanti per fascino, bellezza e cultura è sicuramente Cuba. Tra le isole caraibiche più conosciute, è un vero e proprio arcipelago che comprende ben 1600 isolette, situate tra il Golfo del Messico, il Mar dei Caraibi e l’Oceano Atlantico. Il territorio è in larga parte pianeggiante, con la costa meridionale sormontata dalla catena montuosa Sierra Maestra.

Quando andare a Cuba

La sua posizione e conformazione (in pratica è ininfluente la differenza di latitudine fra nord e sud) fanno sì che il clima sia in gran parte omogeneo in tutti i punti dell’isola, ma ovviamente non tutti i periodi dell’anno sono ideali per una visita turistica. A Cuba il clima è tropicale con una stagione più secca e fresca, che inizia da fine novembre e termina a metà aprile, e una stagione caratterizzata, invece, dalle piogge e dal caldo umido, dalla fine di aprile agli inizi di novembre. L’inverno è quindi caldo, con temperature che si aggirano, durante il giorno, intorno ai 26° C al nord, mentre sfiorano i 28° C al sud.

Da settembre a dicembre è possibile che si verifichino delle parentesi di maggiore fresco, soprattutto sul versante occidentale. Se si desidera trascorrere del tempo in spiaggia è quindi sconsigliato questo periodo, ideale, invece, per dedicarsi ad altre attività come tour in città o escursioni.

Stagione delle piogge

Difficilmente le temperature a Cuba scendono al di sotto dei 18° C, anche nei mesi più freschi. Sembrerebbe, quindi, che ogni periodo sia quello buono per concedersi una vacanza in questo paradiso dalle spiagge chiare con acque cristalline, soprattutto se il protagonista della vacanza è il mare.

Un fenomeno da non sottovalutare, però, sono le piogge torrenziali accompagnate da uragani assai violenti che potrebbero compromettere la permanenza sull’isola. Il periodo degli uragani va solitamente da giugno a novembre, come in tutta l’area caraibica d’altronde. Sono i mesi di settembre/ottobre quelli maggiormente caratterizzati dalla possibilità di piogge violente. C’è da dire che si parla comunque di piogge per lo più di breve durata che si presentano, con frequenza che varia da uno a tre giorni la settimana, generalmente nel tardo pomeriggio, per cui la mattina si può godere del mare indisturbati.

Il periodo invernale, da novembre a marzo, è abbastanza sicuro da questo punto di vista, poiché le piogge sono veramente rare. Se desiderate la quiete e la tranquillità si sconsiglia di pianificare le proprie vacanze a Cuba tra luglio e agosto perché, come logico, sono mesi di forte affollamento soprattutto a causa dei turisti provenienti dall’Europa.

Clima a gennaio

cayo-largo-cuba

Photo: Cristian Santinon

Come già accennato prima, l’inverno a Cuba è veramente caldo e piacevole, ancor di più se si confronta con le temperature europee. Le piogge sono rare soprattutto lungo il versante meridionale, con temperature che arrivano fino ai 28° C. Se si sta al sud, il caldo è più sicuro, mentre la zona settentrionale potrebbe essere soggetta ai venti provenienti dal nord. Nel mese di gennaio può soffiare, infatti, nella parte settentrionale il Norte, che, come è facile intuire, è un vento molto fresco a volte anche fastidioso.

In ogni caso dipende dall’obiettivo della vacanza, solitamente gli europei amano recarsi nelle mete caraibiche d’inverno per sfuggire al freddo delle loro zone e godersi il caldo sole sulla spiaggia. Per questo tipo di vacanza la zona ideale è la parte est dell’isola, soprattutto la costa del sud-est, come Marea del Portillo e Santiago de Cuba.

La temperatura media minima del mese di gennaio è di 15° C, la massima di 26° C e la temperatura dell’acqua arriva ai 25/26° C. Le ore di sole al giorno sono 6, con probabilità di pioggia del 21%. I dati sono pur sempre indicativi, ma sintetizzano un quadro ideale per una vacanza: un mare stupendo senza l’afa terribile dei mesi più caldi.

Clima febbraio

Anche a febbraio il clima a Cuba è ottimo. Non vi sono sostanziali differenze da gennaio, se non per qualche possibile grado in più. Considerando gli indicatori meteorologici principali, l’isola a febbraio si presenta così: temperatura media minima pari a 16° C, temperatura massima di 27° C, ore di sole durante la giornata 6 in media e tasso di precipitazioni del 22%.

Per quanto riguarda la temperatura delle acque del mare, sappiamo bene che varia anche in relazione alla profondità delle stesse. Le spiagge poco profonde solitamente presentano temperature più elevate, soprattutto d’estate. A febbraio, in media, si registra una temperatura di 25° C circa delle acque. Il tasso di umidità è parecchio elevato, se si considera che è pari al 70%.

Se la pioggia dovesse sorprendervi anche in questo periodo, non disperate! Cuba offre fortunatamente non solo spiagge mozzafiato, ma anche tanti angoli bellissimi da visitare, che siate soli o in compagnia. L’Avana è sicuramente tra questi, una tappa obbligatoria per la vostra vacanza: Patrimonio dell’UNESCO dal 1982, presenta, nella parte più antica, edifici storici del dominio spagnolo tra piccole viuzze suggestive e affascinanti. Un vero e proprio tuffo nella storia assolutamente da non perdere!

Clima marzo

A marzo il termometro inizia a impennarsi. Le temperature salgono ancora con minime che toccano i 18° C e massime intorno ai 28° C. Rispetto a gennaio e febbraio abbiamo più ore di sole quotidiano (7/9 ore) e la temperatura dell’acqua sale a 26° C, ideale per un bel bagno. Piove solamente per circa 4 giorni. Possibilità dei giorni di vento: 17%.

Per quanto riguarda l’abbigliamento da portare in valigia, non possono mancare il costume e gli accessori da spiaggia, le creme protettive, i vestiti leggeri e le scarpe aperte. Marzo è sicuramente uno dei mesi più belli per prendere le giuste distanze dal freddo e rigenerarsi al sole magari con un buon mojito, cocktail tipico del posto.

Numerosi anche i Festival nel mese di Marzo, tra cui il Festival Internazionale di Musica Elettroacustica tenuto ad Avana, uno degli eventi stagionali più importanti a livello mondiale. Si tiene ogni due anni e conta un enorme numero di partecipanti, esperti di musica e spettatori.
Per i più romantici si consiglia di visitare la città di Trinidad, anch’essa dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO e conosciuta come la quintessenza di Cuba, un luogo magico e affascinante. Dalla collina si può ammirare un fantastico tramonto e un panorama straordinario.

 

Piccolo suggerimento sulle spiagge di Cuba da visitare: sicuramente da non perdere la splendida isola corallina di Cayo Largo e Cayo Santa Maria.

Comments

comments

Commenti

Non ci sono commenti a questo articolo

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare anche...

Spiagge di giorno e di notte, le foto più condivise della scorsa settimana

D’estate, d’inverno, di notte o di giorno: la spiaggia è bella in ogni periodo dell’anno e in ogni momento della giornata. Ecco qui sotto le 10 foto di spiagge e mari più apprezzate e condivise sulla nostra pagina Facebook durante la […]

7 spiagge da non perdere a Mauritius

Mare turchese, sabbia candida, una barriera corallina straordinaria dove effettuare affascinanti immersioni, sentieri immersi nella natura incontaminata perfetti per andare alla scoperta delle diverse specie animali che popolano quest’isola: questo e molto altro potrete trovare a Mauritius. L’isola si trova nell’Oceano Indiano di fronte alle […]

Quando andare al mare in Madagascar

Prima di organizzare una vacanza alla scoperta delle splendide spiagge del Madagascar bisogna sapere che le stagioni in questo paese sono invertite rispetto alle nostre, dato che quest’isola africana si trova nell’Oceano Indiano al di sotto della linea dell’Equatore. Da […]

Shares