Le spiagge di Punta Pizzo, nel Salento

Nel Salento, in un paesaggio predominato dalla natura selvaggia, le spiagge di Lido Pizzo e di Punta della Suina sono un vero e proprio fiore all’occhiello nel meraviglioso quadro di Gallipoli, in provincia di Lecce.

La Spiaggia di Lido Pizzo, in prevalenza sabbiosa alternata da piccoli scogli e rocce, scivola tra le acque ioniche, purissime e trasparenti anche in profondità. Procedendo lungo la costa verso Punta Suina, la sabbia, pur mantenendo la sua presenza, lascia gran parte dello spazio a lastroni granitici e scogli merlati che si sciolgono in mare non celando i fondali vermigli.

Di fronte, una punta piatta e granitica, avvinghiata alla terraferma solo da piccoli e ravvicinati scogli sbriciolati, predomina il mare, lanciando lo sguardo sino all’apice della Riserva Naturale dove svetta bianca e possente l’antica Torre Pizzo, guardiana della costa. Le spiagge sono ristrette nell’intenso abbraccio della vegetazione selvaggia che, in alcuni punti, le possiede fino a sfiorare il tocco dello Ionio.

Spiaggia libera

Un’ampia spiaggia libera lascia spazio a chi non ama i litorali attrezzati o preferisce attrezzarsi da sé. A Lido Pizzo, più lungo, sabbioso e pianeggiante, la spiaggia è divisa in due; costeggiando la battigia bisogna lasciarsi alle spalle il primo tratto attrezzato per dirigersi verso quello libero. Anche a Punta della Suina, dall’arenile a prevalenza rocciosa, abbiamo due settori ben distinti: il primo è attrezzato, mentre la parte più selvaggia che guarda la torre vedetta è libera. La meravigliosa punta granitica fa parte della spiaggia libera ed è ovviamente la più ambita.

È bene rammentare che questo è un tratto di costa molto affollato, spesso quindi la spiaggia libera è più limitata rispetto a quella attrezzata.

punta-pizzo

Photo: alfagn

Come arrivare a Punta Pizzo

Sia che viaggiate in aereo o in treno, il punto di riferimento è sempre Lecce, da dove partono i treni locali e i bus per Gallipoli. In aereo le alternative sono Bari e Brindisi, con i servizi di transfer che arrivano fino a Gallipoli.

Se viaggiate in auto:

  • Dal centro-nord: autostrade A16 o A14 sino a Bari nord, prendete la SSBrindisi-Lecce, in prossimità di Lecce svoltate per Tangenziale Ovest-Gallipoli, percorrete la tangenziale fino a Gallipoli.
  • Da sud: SS16 fino a Taranto, poi seguite SS7 fino a Brindisi, proseguite fino ad arrivare a Lecce e prendete la Tangenziale Ovest-Gallipoli verso Gallipoli.

Da Gallipoli il tragitto è breve, semplice e ben segnalato. Seguite la Strada Provinciale 215 (SP215) fino all’omonima uscita di Punta Pizzo.

Isola di Sant’Andrea

Vergine e selvaggio il bellissimo Parco Naturale Regionale dell’Isola di Sant’Andrea è un patrimonio unico e raro. A circa due metri sopra il livello del mare, il suo promontorio calcareo ospita una fitta flora mediterranea tra cui diverse specie rare e protette. Passeggiando tra la vegetazione potrete ammirare il Corbezzolo dai candidi fiori e dai frutti rossi, i cespugli di Alaterno odoroso, dalle bacche dai toni blu e granata, vaste macchie multicolori di Erica e la Ginestra dai fiori dall’inebriante profumo.

Mirto, Rosmarino, Timo e Calendula, oltre che la rarissima e protetta Orchidea Italica, sono solo una parte della flora che abita la riserva riempiendo l’aria di profumo coadiuvato dalla brezza marina. Un vero toccasana per lo spirito che ha contribuito a rinvigorire la fauna, anche ittica locale, creando così l’habitat perfetto per il Gabbiano Corso e il Cavaliere d’Italia, anch’esse rarissime specie di fauna protetta.

Spiaggia attrezzata

In un perfetto stile marino classico, le spiagge attrezzate di Punta Pizzo garantiscono ogni comfort e servizio. Sdraio bianche, tessuti blu oltremare, ombrelloni in pagliericcio e pagode dalle stoffe fluttuanti arredano impeccabilmente la battigia. I lidi che durante il giorno servono le esigenze dei turisti subiscono una metamorfosi serale in perfette location chic per aperitivi sullo sfondo di tramonti mozzafiato e, in tarda serata, diventano vere e proprie discoteche all’aperto.

In spiaggia è possibile cenare in un bellissimo e caratteristico ristorantino dove assaporare le prelibatezze locali in un’ambientazione unica. Le tariffe, che in alta stagione vanno da circa 40 € al giorno per due lettini con ombrellone fino agli 85 € circa per una lussuosa e intima pagoda, sono un lusso assolutamente ripagato dal servizio offerto.

gallipoli

Gallipoli | Photo: denibaptista

Punta Pizzo: gli Hotel nei dintorni

La breve distanza tra i paesi limitrofi, Pizzo a sud e Gallipoli a nord, dà accesso a molte differenti opzioni. Ecco alcune tra le strutture che offrono un ottimo equilibrio tra qualità e prezzo.

Il Grand Hotel Costa Brada ha una posizione perfetta per godere appieno delle bellezze di questo tratto di costa. Situato sul confine tra la riserva naturale e la Baia Verde, vanta un panorama che abbraccia Gallipoli, la sua Baia e il Parco Naturale sino a sfiorare Torre Pizzo. Un grande giardino, la spiaggia privata e gli innumerevoli servizi offerti chiudono il quadro di questo 4 stelle. In questa struttura gli animali non sono ammessi.

Ecoresort Le Sirene con le sue 3 stelle, a soli 5 minuti a piedi dalla spiaggia e letteralmente avvolto dall’odorosa vegetazione mediterranea, è particolarmente adatto per il turismo familiare ed è pet-friendly. Molteplici i servizi tra cui snorkeling, windsurf e canoa.

L’Hotel A Due Passi dal Pizzo, vicino al confine con il Parco Naturale, riunisce in un’unica struttura diverse opzioni di alloggio. È possibile, infatti, prenotare una camera o un monolocale, oppure un appartamento autonomo con accesso al giardino e, per i più romantici, un meraviglioso trullo. Eleganza, tradizione e natura in perfetto equilibrio in questa struttura pet-friendly, 3 stelle con servizio ristorante.

Per chi ama le antiche Masserie, a due chilometri dal mare direttamente all’interno del Parco Naturale, la Masseria Li Foggi raccoglie tradizioni, architettura, gastronomia e natura in un connubio perfetto. Le sistemazioni hanno uno spiccato fascino antico con ambienti ben arredati dagli altissimi soffitti a volte. Le prelibatezze locali viziano il palato degli avventori che vi soggiornano anche in compagnia degli amici a quattro zampe.

La Masseria Li Sauli, appena all’esterno del Parco in direzione Gallipoli, con le sue sistemazioni in pietra, semplici e tradizionali, accostate all’alta gastronomia e ai profumi dell’aperta campagna, garantisce un servizio dal fascino più spartano, ma senza dubbio di alto livello. Anche questa struttura è pet-friendly.

Immagine di copertina: alberto calo’

Comments

comments

Commenti

Non ci sono commenti a questo articolo

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare anche...

Le migliori spiagge di Otranto e dintorni, in Puglia

Una delle tante località da non perdere in Puglia è Otranto, situata sull’Adriatico in provincia di Lecce, che vanta alcune delle spiagge più belle del Salento. Questo comune è anche detentore del riconoscimento della Bandiera Blu, per la qualità dei […]

La meravigliosa spiaggia di Liscia Ruja in Costa Smeralda

Liscia Ruja è una delle spiagge più belle della Costa Smeralda, oltre che una delle più grandi, situata nel territorio di Arzachena. Nota anche come Long Beach per la sua suggestiva estensione, è costituita da una striscia di sabbia molto lunga […]

Da Zanzibar alla Sardegna, le 10 spiagge più belle della settimana

Torna la nostra classifica settimanale in cui siete voi a scegliere le spiagge migliori d’Italia e del mondo! Anche questa settimana ci avete inviato tante belle foto di mare che abbiamo condiviso con tutti gli appassionati di spiaggia sulla nostra Pagina […]

Shares